DANTE E L’IMMAGINE IN MOVIMENTO
Dante Alighieri sugli schermi: dal cinema muto ai virtual games

Ravenna, 21, 22, 23, 24 settembre 2021              Aula Magna dell’Ordine di Casa Matha

La Casa Matha, da anni impegnata nella valorizzazione dantesca, propone quattro giornate di studi, di cui tre conferenze e un convegno, che ricostruiscono l’influenza nel cinema dell’opera dantesca partendo dal film muto fino ai videogiochi. Data la tematica affrontata è in atto una collaborazione con il MAR – Museo d’arte della città nell’ambito del progetto espositivo Dante. Gli occhi e la mente.
Un’epopea Pop.
Le tre conferenze del 21/22/23 settembre mirano ad analizzare l’evoluzione delle modalità, degli strumenti e dei linguaggi con cui i media audiovisivi si sono confrontati con la vita di Dante Alighieri e con il testo dantesco, a partire dai primi del Novecento ad oggi, proponendo un excursus cronologico che contemplerà cinema muto e sonoro, televisione e media digitali.
Il convegno del 24 settembre, con la partecipazione di accademici ed esperti di vari ambiti – storici del cinema, studiosi di mass media e comunicazione, italianisti – si propone di approfondire puntualmente le strategie di trasmigrazione del testo e dell’iconografia danteschi negli audiovisivi.
Le conferenze e il convegno saranno condotti con l’ausilio di presentazioni in Power Point e con la visione di brani di filmati relativi agli argomenti trattati.

Mercoledì 22 settembre, ore 17.30 – 19          Aula Magna dell’Ordine di Casa Matha
1935-1990: Dante nel cinema sonoro e nella televisione. Dante e la sua opera, dai primi film sonori alla docu-fiction.

Conferenza a cura di Giovanni Lasi per la Casa Matha, in collaborazione con il Comune di Ravenna-Assessorato alla Cultura.

Il primo riferimento all’opera dantesca in un film sonoro lo si deve a una casa di produzione statunitense: nel 1935, la 20th Century Fox realizza Dante’s Inferno, film di esordio della diva Rita Hayworth. Tra gli anni Quaranta e Cinquanta, in Italia, il cinema tratta il tema dantesco secondo diverse e contrapposte prospettive: si registra, infatti, una produzione dai tratti fortemente drammatici con titoli come Pia de’ Tolomei, per la regia di Esodo Pratelli, Il conte Ugolino (1949) di Riccardo Freda, Paolo e Francesca (1949) di Raffaello Matarazzo; parodie come Totò all’Inferno (1954) e un film storico mitologico, Maciste all’Inferno (1962). Nel corso degli anni Sessanta è la televisione a rendere omaggio al Sommo poeta, grazie al regista Vittorio Cottafavi che realizza, per la RAI, Vita di Dante (1965), docu-fiction ante litteram in tre puntate, con Giorgio Albertazzi protagonista.

_____________________________________________________________________________________________

E’ obbligatoria la prenotazione attraverso la mail  info@casamatha.it o telefonando alla segreteria tel. 0544212476 dal martedì al venerdì ore 9-12 fino ad esaurimento posti.

E’ inoltre possibile seguire i lavori online sul canale YouTube della Casa Matha.

_____________________________________________________________________________________________

Segui la diretta streaming

YouTube

 

 

Con la collaborazione di:

         

     

 

 

Data

22 09 2021
Expired!

Ora

17:30 - 19:00
Categoria
Torna in cima