Sonno, sogni, cadute e allucinazioni: Dante e la narcolessia

Venerdì 28 maggio, alle ore 17.30 verrà recuperata la lezione di Giuseppe Plazzi che è stata annullata il 12 gennaio. Questo appuntamento gestito dalla Casa Matha e organizzato dal prof. Marcello Landi è inserito in più ampio programma legato ai Corsi di Istruzione Superiore per l’area Artistica dal titolo: Dante, un participio presente. A Pietro Giardini dedicato.

Per l’occasione Giuseppe Plazzi terrà una lezione-conferenza dal titolo: Sonno, sogni, cadute e allucinazioni: Dante e la narcolessia, dove accompagnerà il pubblico a conoscere gli studi più recenti su aspetti meno noti della biografia del Sommo Poeta.

Giuseppe Plazzi è Professore Associato di Neurologia presso l’Università di Bologna, e dirige il Centro per lo Studio e la Cura dei Disturbi del Sonno presso la stessa Università e l’IRCCS delle Scienze Neurologiche di Bologna. Il suo maggior interesse di ricerca e clinico riguarda le ipersonnie ed in particolare la narcolessia. Autore o coautore di oltre 350 lavori scientifici pubblicati su riviste internazionali, ha scritto il libro I tre fratelli che non dormivano mai (ed. il Saggiatore). Si occupa di divulgazione di argomenti relativi alla Medicina del Sonno, siede in board internazionali sulla narcolessia e le malattie rare ed è Presidente dell’Associazione Italiana di Medicina del Sonno (AIMS).

Nel corso delle sue ricerche ha individuato una stretta relazione tra i sintomi legati alla narcolessia e i comportamenti raccontati all’interno della Commedia. L’intera opera dantesca rinvia ad una dimensione onirica, esplicitata da un viaggio iniziato “pien di sonno”, dal continuo bisogno di riposo, dai crolli improvvisi e dalla spossatezza fisica, del poeta durante il viaggio.

 

Segui la diretta streaming

YouTube

 

 

Data

28 05 2021
Expired!

Ora

17:30 - 18:30
Categoria
Torna in cima